PAGELLE

GP UNGHERIA, LE PAGELLE: SUPER MAX IN PARADISO, FERRARI ALL’INFERNO

Oggi in terra ungherese si è scritta un’altra pagina di questo mondiale di formula 1 che vede sempre più in testa Verstappen e la Red Bull.

Su una pista, sulla carta favorevole alla Ferrari, a vincere invece è stato il pilota olandese che ha rimontato dal decimo posto grazie ad una buona strategia e ad una visione di gara incredibile.

Mentre il team capitanato da Horner riesce a ribaltare il risultato e i pronostici grazie ad un muretto efficace, in Ferrari si respira aria di mediocrità e disfatta con il proprio TP, Mattia Binotto, che non riesce a fare analisi lucide e sincere alla fine della gara.

Da menzionare l’ottima gara delle due Mercedes di Hamilton e Russell che si stanno dimostrando una coppia davvero costante e affiatata con una vettura che sta migliorando sempre di più. Ormai per i ragazzi di Toto Wolff i giochi sono chiusi ma attenzione a loro per il 2023.

Ma ecco a voi i miei personalissimi voti:

Hamilton, voto 9: Uno dei migliori oggi in pista. Intelligente, concreto e determinato. Bastonato da Russell durante la qualifica si è saputo redimere oggi in gara.

Russell, voto 9: Date una macchina a questo ragazzo perché farà faville. Il giro in qualifica di ieri è stato strepitoso e che difesa su Leclerc, segno di maturità e di solidità mentale.

Leclerc, voto 8.5: Bellissimo sorpasso su Russell e ottima prima parte di gara. Leggermente meno incisivo in qualifica ma ogni tanto ci può stare non tirare fuori un giro perfetto. Oggi molto bravo, peccato per la strategia del team, per l’ennesima volta masochista.

Sainz, voto 7.5: Fortemente penalizzato anche lui dal muretto oggi era meno in palla del suo compagno di squadra. Credo che si riscatterà.

Verstappen, voto 8.5: Non do 9 al pilota olandese solamente per la sbavatura commessa durante lo svolgimento del gran premio. Per il resto niente da dire, Ormai il mondiale è suo. Bella rimonta e grandissima grinta. Vorrei sottolineare quanto sia cresciuto il ragazzo negli ultimi anni.

Perez, voto 6: Decisamente in ombra in queste gare. Perdita di feeling con la vettura, non è in forma o semplicemente è la macchina che sta andando sempre di più in direzione di Max? E’ un gran peccato perché il messicano stava disputando un’ottima prima parte di mondiale.

Norris, voto 6.5: Sempre più pietra angolare della Mclaren, settimo posto con una vettura che mangia le gomme. Ma in confronto al suo compagno di squadra è sempre costante e lì davanti. (Oggi Ricciardo, voto 6+ un pelino meglio del solito, almeno si è visto arrembante durante le manovre di sorpasso)

Alonso, voto 7+: Buona prestazione per lo spagnolo nonostante la scelta non felice di mettere le Hard (stesso destino del proprio teammate Ocon)

Vettel, voto 7,5: Per lui weekend speciale, visto l’annuncio del ritiro ma dimostra professionalità, un grande spirito di squadra e comunque sempre un gran manico. Oggi parecchi sorpassi in pista e che race pace il tedesco. Se solo si migliorasse la qualifica…

Muretto Ferrari, voto 3: Ma la Ferrari lo sa che si sta giocando il mondiale o pensa ancora di essere nel midfield? Lo chiedo per un’amica. Oggi per l’ennesima volta imbarazzanti. Molti dicono che i piloti vanno e vengono mentre la squadra resta ma se la stessa perde spesso la quadra allora forse qualcosa deve pur cambiare. Non è possibile non portare risultati degni del nome della Rossa di Maranello. Basta, non si può andare avanti così.

Spread the love

Comment here