FOCUS

ALESI: “CIRCUITI STRADALI PIU’ CONGENIALI IN FORMULA E”

Nizza? Monaco? Nessuno dei due. L’ex pilota Jean Alesi offre la sua versione rispetto ai circuiti cittadini da eventualmente inserire nel calendario di Formula 1: “I circuiti stradali li vediamo spesso, soprattutto in Formula E dove le prove libere, le qualifiche e la gara sono concentrate in un solo giorno. In F1, questa non è una tendenza molto diffusa. In Medio Oriente, con i mezzi colossali a disposizione, si tratta soprattutto di promuovere un luogo, un Paese, e lo stesso vale per Miami: io ci sono stato, ma in realtà non è un vero circuito cittadino perché la pista gira intorno a uno stadio di football americano, in periferia. In ogni caso, francamente faccio fatica ad immaginare una gara di F1 in città in Italia o in Francia”.

Spread the love

Comment here