NEWS

LA FIA INTERVIENE SUL TEMA PORPOISING: ECCO LA DIRETTIVA

Le lamentele dei piloti e delle scuderie hanno sortito un effetto positivo. La FIA, dopo le prime otto gare del campionato del mondo, ha deciso di intervenire in maniera decisa sul tema del porpoising. Ecco i punti salienti della direttiva: “A seguito dell’ottava prova del Campionato mondiale FIA di Formula 1 di quest’anno, durante la quale è stato nuovamente visibile il fenomeno delle oscillazioni aerodinamiche (porpoising) delle vetture di Formula 1 di nuova generazione e il relativo effetto durante e dopo la gara sulle condizioni fisiche dei piloti, la FIA, in qualità di organo di governo di questo sport, ha deciso che, nell’interesse della sicurezza, è necessario intervenire per richiedere ai team di apportare le modifiche necessarie per ridurre o eliminare questo fenomeno”.

Ecco quanto segue nel comunicato, con i due punti principali: “1) Controllo più attento del fondo e dei ‘pattini’, sia in termini di progettazione che di usura osservata;
2) La definizione di una metrica, basata sull’accelerazione verticale della vettura, che fornirà un limite quantitativo per il livello accettabile di oscillazioni verticali. La formula matematica esatta per questa metrica è ancora in fase di analisi da parte della FIA e i team di Formula 1 sono stati invitati a contribuire a questo processo”.

E ancora: “La FIA ha deciso di intervenire dopo aver consultato i suoi medici nell’interesse della sicurezza dei piloti. In uno sport in cui i protagonisti guidano abitualmente a velocità superiori a 300 km/h, si ritiene che tutta la concentrazione di un pilota debba essere messa su questo compito e che l’eccessiva stanchezza o il dolore avvertito da un pilota possano avere conseguenze significative in caso di perdita di concentrazione. Inoltre, la FIA è preoccupata per l’impatto fisico immediato sulla salute dei piloti, alcuni dei quali hanno riportato dolori alla schiena in seguito ai recenti eventi”. La speranza è che l’osservanza di questa direttiva possa risolvere il problema.

Spread the love

Comment here