FOCUS

IL PORPOISING STA DIVENTANDO UN PROBLEMA DI SALUTE?

Il porpoising sta diventando un vero e proprio incubo per i piloti. Emblematica la scena di Lewis Hamilton che, al termine della gara a Baku, riusciva a stento a scendere dalla sua W13. Questo problema è stato affrontato esplicitamente anche da Carlos Sainz che vuole chiarezza: “Non abbiamo bisogno di una commissione medica, ma solo di qualcosa di più intelligente sulle sospensioni o sul modo in cui le auto vengono messe in pista. Vorremmo che la FIA agisca in fretta, il più rapidamente possibile, perché altrimenti la situazione comincerà ad essere difficile da gestire per accumulo di dolore. Non so se possiamo parlare di pericolo, ma bisogna chiedersi se è necessario per la F1 avere 20 piloti alla fine di ogni gara con problemi alla schiena. Con la tecnologia di oggi, perché questa situazione dolorosa deve protrarsi nelle nostre carriere quando esiste una soluzione molto semplice? Ne vale davvero la pena? Non credo. Penso che non sia necessario e che tutti noi, comprese le squadre, dovremmo pensare alla salute del corridore. Ritengo che ognuno abbia la propria opinione, ma anche i propri interessi”.

Spread the love

Comment here