GRAN PREMIO

BINOTTO: “LA DELUSIONE DI LECLERC E’ ANCHE LA NOSTRA! LA FIA SPIEGHI LA MANCATA PENALITA'”

Il team principal Ferrari Mattia Binotto ha analizzato i temi della gara ai microfoni di Sky: “La delusione di Leclerc è anche la nostra. Dispiace anche a noi perdere la gara in questo modo. Vuol dire che qualche errore è stato commesso. C’è qualche scelta di rivedere se il pilota che parte primo finisce quarto. Detto questo, dispiace per una serie di circostanze. Ci sono cose che vorremmo anche rivedere e vorrei chiedere anche chiarimenti alla FIA: per noi la riga gialla è abbastanza evidente. Quando è successo in passato, sono 5 secondi di penalizzazione quindi questa passività non la capiamo. Per noi la gara non è finita (ride, ndr). La macchina oggi era competitiva, abbiamo sbagliato qualcosa e la analizzeremo, almeno in un paio di circostanze abbiamo sottostimato la velocità delle gomme intermedie, forse avremmo dovuto fermare Charles un giro prima. O non fermarlo per nulla, rimanere fuori a proteggere la posizione per andare direttamente sulle gomme asciutte. Analizzeremo a freddo. Qualcosa non ha funzionato: ha ragione Charles”.

Sul doppio pit-stop: “Lo guarderemo insieme a lui. E’ tutt’altro che scontato scegliere in quei momenti. Eravamo primi e secondi. E’ chiaro che non dobbiamo anticipare, ma reagire a quello che fanno gli altri. Gli altri si sono fermati per mettere le intermedie che sono state molto più veloci di ciò che pensavamo. L’idea era quella di fermarsi subito con Sainz, ma abbiamo capito di aver perso la posizione e lo abbiamo fatto il giro dopo, quando ormai non serviva più. Lui e Charles hanno trovato anche traffico e credo che questo sia anche valso la vittoria a Carlos. Se non avesse trovato Latifi, oggi Carlos avrebbe vinto la gara e non se ne sarebbe parlato più”.

Spread the love

Comment here