GRAN PREMIO

VERSTAPPEN VINCE ED È PRIMO NEL MONDIALE. AMAREZZA FERRARI, LECLERC SI RITIRA

Quella che per la Ferrari poteva essere una domenica perfetta si è trasformata in un piccolo incubo: Charles Leclerc ha visto infatti sfumare una vittoria che appariva quasi in cassaforte, mentre Max Verstappen ha superato le difficoltà iniziali prendendosi il successo e la leadership nel mondiale. Ma andiamo per ordine: in partenza il pilota monegasco della rossa non ha avuto problemi nel mantenere la prima posizione, mentre Carlos Sainz è stato risucchiato a centro gruppo. Male anche Lewis Hamilton, scivolato in ultima posizione dopo un contatto con Kevin Magnussen.

Dopo pochi giri i primi colpi di scena: prima Sainz e poi Verstappen sono finiti nella ghiaia in curva quattro, con il primo scivolato fuori dalla zona punti e il secondo finito in quarta posizione. I guai per il campione del mondo sono proseguiti, dal momento che l’olandese ha avuto notevoli problemi con un DRS che non si apriva, rendendogli complesso il sorpasso nei confronti di un George Russel scatenato e bravissimo nel difendersi nel corpo a corpo.

Il clamoroso colpo di scena è arrivato al giro numero 27, quando Charles Leclerc ha accusato dei problemi che hanno costretto al ritiro un pilota monegasco sino a quel momento assolutamente in controllo della situazione. Nel valzer dei numerosi pitstop (necessari visto il gran caldo di Barcellona) il Gran Premio è rimasto incerto per diversi giri, ma alla fine è venuto fuori Max Verstappen, aiutato da un ordine di scuderia che gli ha permesso di guadagnare la prima posizione sul compagno di squadra.

Gli ultimi giri sono stati caratterizzati da un’avvincente lotta per la quarta posizione, fra un ottimo Valteri BottasLewis Hamilton Carlos Sainz. Proprio il sette volte campione del mondo è stato un altro dei grandi protagonisti, essendo stato in grado di risalire dai bassifondi della graduatoria sino alla quarta posizione, salvo essere nuovamente superato da Carlos Sainz a seguito di problemi legati alla gestione della benzina.

Resta l’amarezza in casa Ferrari, accompagnata però dalla consapevolezza che gli aggiornamenti portati in Spagna hanno ridato competitività alla rossa.

Spread the love

Comment here