NEWS

FERRARI, ELKANN: “LECLERC E SAINZ SONO GRANDI PILOTI: AMBIZIONE E UMILTA’! SIAMO COMPETITIVI, MA DA QUI A VINCERE…”

La nascita della F1-75 viene da lontano, è un lavoro frutto di un intenso e difficile biennio. A confermarlo è il presidente della Ferrari John Elkann che, intervistato da F1 TV, ha spiegato il cambio di mentalità avvenuto a Maranello: “Ci siamo concentrati sulla vettura 2022 nel 2020 affidando il lavoro sulla macchina di questa stagione alla squadra ed a Mattia, nonostante tutte le pressioni di quegli anni. Abbiamo cambiato anche la nostra cultura, non cerchiamo più colpevoli, ma diamo responsabilità, passando dal concetto di singoli individui a quello di squadra creando un ambiente coeso con grandi ambizioni e con tanta umiltà”.

Una monoposto affidata alla coppia LeclercSainz: “Abbiamo due grandi piloti, ma essi sono soprattutto parte di una squadra ed è questo ciò che è importante per la Ferrari, ed è qualcosa di cui sono molto orgoglioso personalmente è vedere come la Ferrari agisca da squadra, dai nostri piloti agli ingegneri, fino ai meccanici, che lavorano bene insieme. Le nostre prestazioni ai pit stop, ad esempio, sono state per il 48% sotto i tre secondi nel 2020, salendo al 78% nel 2021, mentre quest’anno siamo all’89% di soste sotto i tre secondi”.

Infine, un commento sulla rivalità con la Red Bull e i complimenti al nuovo corso della F1: “Abbiamo detto che saremmo stati competitivi, e lo siamo, ma dall’essere competitivi alla vittoria è come andare sulla luna o andare su Marte, il che è estremamente difficile. Sappiamo bene che i campionati si vincono o si perdono all’ultima gara, all’ultimo giro, e questo con variabili che controlliamo e molte che non controlliamo. Per questo che la Formula 1 è uno sport emozionati, e come Ferrari siamo entusiasti di questa sfida. È meraviglioso vedere come sia diventato tutto divertente, con una competitività aumentata anche grazie all’arrivo di nuovi talenti. Voglio dare credito a Chase Carey e Stefano Domenicali per il grande lavoro che hanno fatto nel dare un futuro alla Formula 1”.

Spread the love

Comment here