PAGELLE

GP D’AUSTRALIA, LE PAGELLE: LECLERC DOMINATORE. ASTON MARTIN UN DISASTRO! LE DIVINITA’ SI ACCANISCONO SU SAINZ. GEORGE…

A Melbourne la F1-75 di Charles Leclerc sfreccia più veloce di tutto e tutti. Il monegasco, autore di un week-end strepitoso, si prende la seconda vittoria stagionale seguito dalla Red Bull di Sergio Perez e dalla Mercedes di George Russell. Domenica da dimenticare, invece, per il campione del mondo in carica Max Verstappen che, come Sainz e Vettel, è stato costretto a ritirarsi anzitempo dalla gara. A seguire le pagelle:

Leclerc, voto 8: Semplicemente meraviglioso. “Date una macchina a questo ragazzo” era il mantra ripetuto più volte in questi lunghi anni…adesso che la F1-75 è qui, sembra non avere rivali. Forte nelle libere, deciso e fortunato in qualifica, inarrestabile in gara. Dominatore;

Verstappen, voto 5: Non è stato un gran week-end per l’olandese. Già ieri, nell’immediato post delle qualifiche, lamentava una mancanza di fiducia. Bene, questa fiducia è venuta definitivamente a mancare nel corso del 39esimo giro quando la sua monoposto ha deciso di abbandonarlo al suo destino. Il 51-0 in classifica dal suo rivale inizia ad essere pesante e ad Imola dovrà per forza esserci un cambio di passo. Due ritiri in tre gare non è un buon segnale e dalle parti di Milton Keynes lo sanno;

Sergio Perez, voto 6: In partenza viene sverniciato da Hamilton, ma poi riesce a prendersi la sua rivincita ai danni dell’inglese. Raccoglie un buon risultato in un week-end oggettivamente complicato per la scuderia di Horner & co. Affidabile, ma non irresistibile;

George Russell, voto 7: Signore e Signori, ammirate il prodigio di chi è secondo nella classifica generale e tiene alta la bandiera della Mercedes. Calma e gesso per Little George, mentre il mondo argentato casca per terra rompendosi in mille pezzi. Well done, dude;

Sainz, voto 5: Le divinità della Formula 1 hanno deciso di accanirsi su di lui in questo fine settimana. Bandiera rossa in qualifica mentre stava finendo un giro fenomenale, partenza cannata in gara e infine ritiro tra le sabbiose vie di fuga di Melbourne. Carlos vorrebbe anche rientrare in pista, ma proprio non si può fare. Sfortunato;

McLaren, voto 7: Il ritorno a casa di Ricciardo coincide con un ritorno alla competitività dei Seidl’s boys. Bravi davvero perché non era né semplice né scontato. Eppure dove da altre parti si annaspa senza soluzione di continuità, c’è qualcuno che si rimbocca le maniche e lavora. Bene Dani e Lando;

Aston Martin, voto 4: Non ci siamo. Una scuderia di tale importanza avrebbe dovuto usare il cambio regolamentare del 2022 a proprio vantaggio ed invece…Fa male all’intero movimento vedere un quattro volte iridato come Vettel essere costretto a “mendicare” un giro in Q1 e annaspare in gara, mentre il figlio di Papà fa a cazzotti con il connazionale Latifi durante le qualifiche e dorme durante la corsa. Male male male;

Hamilton, voto 6: Cosa starà pensando Lewis? Forse sarebbe stato il caso di lasciare al massimo della proprie possibilità? Sapeva delle difficoltà della monoposto? Domande che, temo, resteranno senza una risposta. In attesa di fugare i dubbi amletici, si prende un quarto posto e guarda tagliare il traguardo al suo giovane compagno di scuderia. Duello perso anche lì. Che amarezza.

Spread the love

Comment here