FOCUS

LA F1 CHE VERRA’

La Ferrari a caccia del titolo che manca dal 2007, Hamilton e la Mercedes per battere tutti i record esistenti. E poi l’esordio di Schumi jr, il ritorno di Fernando Alonso e della Aston Martin. Il tutto nella stagione più lunga di sempre. Scopriamo insieme la F1 che ci aspetta nel 2021.

LA ROSSA ALL’ATTACCO – Dopo l’addio a Sebastian Vettel, la Ferrari punterà il titolo con Charles Leclerc e Carlos Sainz jr. La pandemia ha posticipato l’ingresso in vigore delle nuove regole al 2022, negando di fatto alla Rossa una completa rivoluzione. Nonostante ciò, a Maranello proveranno in tutti i modi a riscattare una stagione disastrosa (la peggiore degli ultimi 40 anni). Modifiche sostanziali sono attese alla power-unit utilizzando i due gettoni previsti dalla FIA, così come anche una nuova aerodinamica sviluppata in galleria del vento.

HAMILTON PER LA LEGGENDA – Nonostante l’annuncio del prolungamento di contratto non sia ancora arrivato (anche se risulta ufficialmente iscritto nella entry list della FIA per il 2021), Hamilton e la Mercedes sono già concentrati sul prossimo campionato. L’inglese va a caccia del record di tutti i tempi, quello degli 8 titoli mondiali che lo incoronerebbe come il pilota più vincente della storia, mentre la casa della stella a tre punte proverà a vincere l’ottavo titolo costruttori di fila.

MAX A TUTTO GAS – Sfidante numero uno di Lewis Hamilton sarà Max Verstappen, giunto a completa maturazione e pronto per vincere il suo primo titolo mondiale. Sicuramente non sarà facile battere l’inglese, ma Max avrà a disposizione una vettura molto performante e darà battaglia fino all’ultima curva. Sarà interessante anche guardare il confronto con il suo nuovo compagno di squadra, Sergio Perez.

IL RITORNO DI FERNANDO – Dopo due anni di assenza torna nel circus mondiale Fernando Alonso. Per la terza volta in carriera guiderà per la Renault, denominata Alpine per questo 2021. L’asturiano avrà a sua disposizione una vettura molto cresciuta nelle ultime gare della passata stagione, e punterà quantomeno ad ottenere dei podi nel corso dell’anno, come da lui stesso dichiarato qualche giorno fa.

BINOMIO VINCENTE? – Di grandissimo interesse è il ritorno della Aston Martin come costruttore ufficiale in F1 dopo 60 anni dalla sua ultima apparizione. La scuderia inglese sostituisce di fatto la Racing Point, e punterà quantomeno a confermare i risultati ottenuti nel 2020 dal vecchio team. A guidare ci saranno Lance Stroll e Sebastian Vettel, voglioso di riscatto dopo un’annata a dir poco sottotono in Ferrari.

IL DEBUTTO DI MICK – Mick Schumacher salirà sulla Haas e guiderà una F1 in gara per la prima volta nella sua carriera. Il talento del tedesco gli consentirà di fare decisamente meglio rispetto a Magnussen e Grosjean? Quel che è certo è che c’è grandissima attesa nei suoi confronti, visto anche il titolo ottenuto in F2 nella scorsa stagione. Alla Ferrari guarderanno con grandissimo interesse le sue gare.

IL MONDIALE PIU’ LUNGO DI SEMPRE – Se tutto andrà secondo i piani, si comincerà a Melbourne il 21 marzo e si terminerà ad Abu Dhabi il 5 dicembre: 23 gare complessive, per la stagione più lunga di sempre. Torna il GP d’Olanda a Zandvoort, debutta in notturna il GP dell’Arabia Saudita sul cittadino di Jeddah. Manca ancora l’annuncio della quarta gara della stagione, inizialmente assegnata al Vietnam: si correrà ad Hanoi oppure verrà inserita una delle gare europee disputate nel 2020? Imola e Portimao osservano con grande interesse l’evolversi della situazione.

 

Leonardo Mastromauro

Spread the love

Comment here