PAGELLE

GP TURCHIA, LE PAGELLE

Un trionfo da vero campione quello di Lewis Hamilton, vincitore del GP di Turchia disputatosi ieri all’Istanbul Park. Un trionfo alla Michael Schumacher, eguagliato nel numero di titoli mondiali. Di seguito le nostre pagelle.

HAMILTON: voto 10 – Una qualifica non proprio all’altezza del suo talento e del potenziale della sua vettura. In gara alla partenza schiva il duo Ricciardo-Bottas, entrambi in testacoda davanti a lui, e si ritrova ad inseguire le due Racing Point e Albon. Il lento migliorare delle condizioni della pista lo porta a guadagnare secondi su secondi sui suoi avversari, fino ad arrivare in testa al GP con una sola sosta e gomme praticamente slick nel finale. Gli altri commettono errori, lui no. Fenomenale.

PEREZ: voto 9 – Fino a metà gara la Racing Point aveva il potenziale per vincere il GP, poi dopo si è acceso il talento di Lewis Hamilton e nessuno ha potuto più fermarlo. Ottima qualifica al sabato, ottima conduzione di gara ieri. Nel finale rischia di perdere il podio con le Ferrari attaccate al suo posteriore, ma l’errore di Leclerc in staccata alla terzultima curva lo riporta secondo. Trovategli un sedile per il 2021.

VETTEL: voto 8,5 – Partenza fenomenale, con sette posizioni guadagnate dopo la prima curva. Durante la gara gestisce gli pneumatici e si porta a ridosso del trio di testa. Il crollo di Stroll lo proietta sul podio, che si concretizza nelle ultimissime curve dell’ultimo giro. Fortunato sì, ma al termine di una gara condotta da vero campione. Bravo!

LECLERC: voto 7,5 – Una gara magistrale fino all’ultimo giro, poi l’errore in frenata che gli costa il podio. Un vero peccato.

SAINZ: voto 8 – La Ferrari ha fatto un ottimo acquisto per la prossima stagione, perché Carlos Sainz jr. si conferma ancora una volta un pilota affidabile e concreto anche in condizioni difficilissime. Partito tredicesimo, è arrivato quinto al traguardo. Non male per lui.

VERSTAPPEN: voto 4 – È tornato crazy Max. La mancata pole di sabato non gli è andata giù e si è visto in gara: partenza disastrosa, seguita da un recupero fenomenale e una mossa assolutamente azzardata quanto inutile nel tentativo di superare Perez. Gara compromessa e solo sesto posto alla fine.

ALBON: voto 4 – Il thailandese aveva una grande opportunità per mettersi in mostra e provare a salvare il suo sedile anche per il 2021, ma così non è stato.

NORRIS: voto 6 – Bene ma non benissimo, perché il suo compagno ha fatto molto meglio di lui.

STROLL: voto 7 – Lance ha sfiorato l’impresa. Pole al sabato e gara condotta sempre in testa in maniera impeccabile e senza errori fino alla seconda sosta. Il secondo stint di intermedie lo ha tradito e non è più riuscito a trovare il ritmo. Alla fine è solo nono, ma se non avesse avuto problemi alle gomme chissà dove sarebbe arrivato.

RICCIARDO: voto 5 – Non una domenica esaltante. Alla partenza si è subito girato e ha dovuto ricostruire una gara che poteva e doveva vederlo protagonista. Alla fine è soltanto decimo, un po’ poco per lui.

BOTTAS: voto 2 – Doppiato e demolito dal suo compagno di squadra.

Spread the love

Comment here