NEWS

GP PORTOGALLO: LE PAROLE DEI PROTAGONISTI

Lewis Hamilton supera Michael Schumacher nella classifica delle vittorie, Bottas non riesce ad impensierire il suo compagno di squadra;  i piloti della Ferrari che devono combattere con una monoposto nata male che forse sta facendo solo adesso intravedere qualcosa di buono. E, dulcis in fundo, Max Verstappen.

Ecco a voi le parole dei protagonisti.

Lewis Hamilton: “Oggi è stata dura. Ho avuto una buona partenza ma poi in curva 7 ho avuto un enorme sovrasterzo. Non avrei mai potuto sognare di essere dove sono oggi. Non avevo una palla magica quando ho scelto di venire in questa squadra e collaborare con persone fantastiche, ma eccomi qui e quello che posso dirti è che ci sto sfruttando giorno dopo giorno. Sul traguardo stavo ancora spingendo al massimo, sono ancora mentalmente in modalità gara. Non riesco a trovare le parole giuste al momento. Ho avuto un crampo al polpaccio destro. È stato piuttosto doloroso, ma dovevo solo continuare a spingere”.

Valtteri Bottas: “Il primo giro è stato abbastanza buono, anche se la pioggia lo ha reso difficile. Diverse vetture con gomme morbide avevano vantaggio. Ero contento di aver preso il comando, ma oggi non avevo ritmo Ho provato a difendermi, ma non ho potuto fare davvero nulla. Ho fatto del mio meglio, ma non potevo andare più veloce. Speravo di allungare il primo stint e poi andare per la gomma morbida alla fine, ma non credo avrebbe fatto alcuna differenza”.

Max Verstappen: “La partenza è stata abbastanza buona, ma a curva 3 mi sono trovato in difficoltà. Poi Perez è arrivato alla 4 e non mi ha dato abbastanza spazio ed è uscito di pista. Fortunatamente non ho avuto danni. Ho trovato delle difficoltà a mandare in temperature le gomme. Non volevo correre troppi rischi, perché sapevo che eravamo più veloci delle McLaren. Una volta raggiunta la temperatura è andata piuttosto bene, ma la gomma morbida ha iniziato a consumarsi a un certo punto. L’anteriore sinistra era andata e perdevo molto tempo sul giro. Abbiamo finito dove dovevamo finire”.

Charles Leclerc: “All’inizio, con la pioggia, ho faticato con la gomma media ma poi ha funzionato bene. La Gara è stata positiva e gli aggiornamenti hanno funzionato, sono molto contento di vedere che la strada presa è giusta. Volevamo conferme del buon risultato della qualifica e in gara si è visto. Peccato per il podio, ci credevo ma poi Max era più veloce”.

Sebastian Vettel: Non so se il passo fosse così buono. Per me è stato difficile, ho subìto alcuni alti e bassi, con alcuni giri che sono andati bene e altri no. Devo dire che ho faticato parecchio, in generale tutto quest’anno è stato molto difficile. Da parte mia ci sono tante difficoltà a mettere le cose insieme a livello di assetto, mentre per Leclerc le cose sembrano andare per il verso giusto. Il primo giro – in particolare – è stato molto complicato per tutti, soprattutto per noi. Non riuscivamo ad avere fiducia nelle gomme, poi abbiamo recuperato ma non possiamo essere contenti del decimo posto. Se la macchina è migliorata? Non lo so. Gli aggiornamenti che abbiamo portato non sono grossi progressi bensì piccole cose. È più o meno la stessa macchina rispetto all’inizio dell’anno.“Forse questa pista per qualche motivo era un po’ più adatta a noi. Eravamo qui con il massimo carico aerodinamico, che si adatta a questa macchina. Leclerc guida oltre i problemi? Non credo. Penso che stia facendo molto bene ma non mi sembra che stia nascondendo i problemi della macchina. È molto veloce e sembra a suo agio quando spinge: se spingo io, invece, gran parte delle volte la macchina va fuori pista. Le sto provando tutte e continuerò a provare, ma pur lavorando tanto non troviamo soluzioni con gli ingegneri. Non ho molte altre opzioni, devo continuare a perseverare cercando di dare il massimo”.

Laura Piras 

Spread the love

Comment here