PAGELLE

GP RUSSIA, LE PAGELLE

Sochi, 27 settembre 2020 – Valtteri Bottas vince il GP di Russia davanti a Max Verstappen e Lewis Hamilton. Benino Leclerc, sesto, malissimo Vettel, tredicesimo.

LE PAGELLE

BOTTAS 8,5 – In partenza riesce a guadagnare la posizione su Verstappen e tenta l’attacco al suo compagno di squadra non riuscendoci. La doppia penalità inflitta ad Hamilton gli spalanca la strada per la vittoria. Mezzo punto in più in pagella per il giro veloce.

VERSTAPPEN 7,5 – In qualifica ha compiuto un mezzo miracolo intromettendosi tra le due Mercedes; in partenza non riesce ad accodarsi ad Hamilton per sfruttarne la scia e si fa sopravanzare da Bottas. Nel finale si rifà sotto ma il valzer dei doppiaggi gli fa perdere tre secondi in un giro. Occasione persa.

HAMILTON 5,5 – Quelli compiuti oggi nella fase di schieramento non sono errori ammissibili per un sei volte campione del mondo: infrange due volte la regola sul posizionamento per le prove di partenza in uscita dalla corsia box e si prende 10 secondi di penalità (oltre che 2 punti sulla patente). Sconta le penalità alla sosta e riparte 11°. Conclude a podio per inconsistenza degli avversari.

PEREZ 7 – Mentre il suo compagno di squadra è andato fuori al primo giro, il messicano dimostra ancora il suo valore portando la sua Racing Point a ridosso del podio e non lontano da Hamilton.

RICCIARDO 7 – L’ottimo spunto in partenza lo mette a ridosso delle Mercedes, ma durante la gara non riesce a mantenere il ritmo di quelli davanti. Si becca una penalità di 5 secondi ma, nonostante tutto, porta la Renault in quinta posizione.

LECLERC 7 – Partiva fuori dalla top 10, ma in gara riesce a dimostrare il suo talento risalendo fino alla sesta posizione. Oro colato considerando la vettura che guida e i risultati del suo compagno di squadra.

OCON 6,5 – Buon risultato per il francese, che però non è riuscito a superare Vettel nelle fasi centrali della gara e ha dovuto cedere la sua posizione a Ricciardo per ordini di scuderia. Può fare di più.

KVYAT 6,5 – Discreto ottavo posto per il pilota di casa, davanti anche al suo compagno di squadra. Non male.

GASLY 6 – Oggi non al livello del suo compagno di squadra.

ALBON 5 – Il podio del Mugello sembrava aver mostrato il suo talento, ma anche oggi si è perso in pista. Mentre Verstappen va a podio, lui arriva anche dietro alle due Alpha Tauri. Troppo poco per guidare una Red Bull.

GIOVINAZZI 6 – Gara discreta per Antonio, che ha chiuso a ridosso della zona punti e davanti al suo compagno di squadra.

VETTEL 4 – Il confronto con Leclerc è a dir poco imbarazzante. Chiude addirittura doppiato. In cuor suo è una gara in meno alla fine di una stagione disastrosa.

RAIKKONEN 322 – Come le gare corse in carriera nella massima serie, recordman di sempre a pari merito con Rubens Barrichello. Vent’anni dopo, Iceman è ancora qua a scrivere la storia della Formula 1.

Spread the love

Comment here