FOCUS

AUF WIEDERSEHEN SEB!

Sebastian Vettel è ufficialmente un pilota dell’Aston Martin. Che l’annuncio arrivato stamane fosse imminente, lo si era capito già ieri sera quando il team di Stroll salutava attraverso un comunicato il “povero” Sergio Perez. Ebbene sì, signore e signori, dopo ben cinque anni alla guida della Ferrari, il tedesco “passa e chiude” lasciando il suo sedile a Carlos Sainz e facendo un upgrade, prendendo la prima guida in una scuderia che – almeno stando ai risultati in pista- sembra avanti anni luce rispetto all’allegra combriccola di Mattia Binotto. C’est la vie.

Dunque, in un colpo solo, la Ferrari si presenterà ai nastri di partenza la prossima stagione senza un quattro volte campione del mondo, ma soprattutto senza un parafulmine. Quante volte, nel corso di questi anni, Vettel si è preso la merda pur non avendo tutte le responsabilità? Tante. Quindi, amici e amiche, muovetevi in anticipo e iniziate a cercare un nuovo capro espiatorio visto che a Seb non spetterà più l’ingrato compito. A dispetto di ciò, al tedesco toccherà la guida di una monoposto che certamente sarà più performante di quel rottame chiamato SF1000 e chissà che non possa pure prendersi qualche rivincita…

In ogni caso si chiuderà, in men che non si dica, una storia tutto sommato bella, priva di quella vittoria mondiale che avrebbe fatto la storia del pilota e del rilancio della scuderia. Come Fernando Alonso, anche Sebastian Vettel si è confrontato con la “maledizione del titolo” in Ferrari. Evidentemente era destino che dovesse andare così: non tutti possono vincere con la Rossa, è un privilegio riservato a pochi.

Spread the love

Comment here