FOCUS

FERRARI, TRA PISTA E FUTURO: SI FA CONCRETA LA PISTA COWELL

La Gazzetta dello Sport dedica ampio spazio alle qualifiche di oggi spiegando come non ci sia un grande divario tra la Ferrari e le altre, esclusa la Mercedes: “Le prestazioni di Charles Leclerc e Sebastian Vettel ieri sono state migliori di Spa, quando il team diretto da Mattia Binotto aveva toccato il fondo, ma non ancora tali da sperare in un podio. C’è un grande livellamento, dietro a Lewis Hamilton e alle astronavi Mercedes, e molto dipenderà dalla posizione delle Ferrari dopo le qualifiche di oggi, in cui la nuova direttiva tecnica che vieta le mappature speciali dovrebbe togliere qualcosa alle concorrenti motorizzate Mercedes, Renault e Honda. La scuderia di Maranello si ritrova a lottare con la Racing Point, contro cui ha fatto appello per la vicenda delle prese d’aria del freni anteriori copiate dalla vecchia Mercedes, e con un pacchetto di mischia composto da McLaren, Renault e Alpha Tauri, a loro agio sulle piste veloci. Pure la Red Bull-Honda di Verstappen stavolta non sembra distante. Sui circuiti come Spa e Monza, dove contano la potenza della power unit e l’efficienza aerodinamica, i guai della Ferrari si ingigantiscono. Ma per Monza è stata adottata una configurazione di ali molto “scarica”, che ha ridotto parecchio il divario sul dritto, anche se Leclerc e Vettel perdevano qualcosa nella parte guidata fra le curve di Lesmo e la Parabolica. Per risollevarsi, la Ferrari è pronta a lanciare una campagna acquisti fuori dalle sue mura, per cogliere l’occasione quando cambieranno i regolamenti nel 2022. Fra gli obiettivi di mercato ci sarebbe Andy Cowell, l’ex capo dei motoristi Mercedes, il cui contratto scadrà a fine gennaio. A Maranello se n’è già parlato. Il numero uno di Brixworth non sarà coinvolto in altri progetti del marchio tedesco, come Aldo Costa andato alla Dallara, ma non è detto che sia possibile ingaggiarlo”.

Spread the love

Comment here