NEWS

FERRARI NELLA TEMPESTA, MA L’AD CAMILLERI RASSICURA: “NON FAREMO SALTARE TESTE”

Giornata di qualifiche a Monza. Diversamente dall’anno scorso, la Ferrari non avrà la forza di competere per i primissimi posti e in un’atmosfera insolita, causata dalla pandemia da Covid-19, la scuderia di Maranello dovrà affrontare tutti i suoi demoni. Nella speranza di averli cacciati nel week-end da incubo a Spa: “Il sottopassaggio deserto che dalla tribuna centrale porta al paddock è ricoperto di graffiti. ‘Charles Leclerc P1, 2019’ hanno inciso i tifosi con una chiave. Sembra il reperto di un’epoca lontana e felice -esordisce l’analisi de Il Corriere della Sera-. Di quando la Ferrari trionfava davanti a 93 mila persone. Tutto è cambiato in un anno, il ‘ragazzino’ si barcamena nella tempesta. Serve un traino per spingere questa Rossa fuori dalle zone imbarazzanti della griglia. Prima gli altri facevano la fila per accodarsi al supermotore, oggi invece Charles e Sebastian Vettel dovranno cercare la scia giusta, può valere tantissimo sulla pista di casa, sensibile alla potenza e all’efficienza aerodinamica. Almeno due-tre decimi. È la misura che balla fra una potenziale quinta fila (il nono tempo del monegasco nelle libere) e la terza di Max Verstappen, in forte difficoltà con il bilanciamento della Red Bull. Si prevedono caos e ingorghi, i giudici di gara dicono che puniranno le lumache. Charles avverte che anche qui come a Spa la top 10 è a rischio: “Non abbiamo ancora le prestazioni per farcela, ma siamo tutti molto vicini”. Sarebbe uno smacco, l’ennesimo di questa stagione. L’ amministratore delegato del Cavallino, Louis Camilleri, ha ribadito “piena fiducia a Mattia Binotto e al suo team”. Al New York Times ha spiegato: “Servono tempo e stabilità, la soluzione non è far saltare teste. C’era un’atmosfera da porte girevoli, voglio farla finita con quest’andazzo”. Aspettando il futuro, il presente è parecchio buio”.

Spread the love

Comment here