FOCUS

VETTEL SI RACCONTA: “SOGNAVO LA FERRARI DA RAGAZZO. HO VISSUTO BEI MOMENTI, RIMPIANGO DI NON AVER VINTO”

Domenica pomeriggio Sebastian Vettel correrà per l’ultima volta a Monza come pilota della Ferrari. In occasione di questa gara speciale, Pino Allievi ha intervistato il quattro volte iridato per conoscere le sue sensazioni, impressioni ed emozioni in vista di questi ultimi mesi a Maranello. Ecco l’intervista integrale:

Sebastian, e Monza adesso?

“Ci impegneremo al massimo ma la situazione è quella che è. Per farmi venire alla mente cose belle devo guardare indietro, alla prima vittoria in Formula 1 con la Toro Rosso. Resta il fatto che la corsa di domenica rappresenta molto per la Ferrari”.

L’ultima volta con una Ferrari a Monza…

“Sì, non è bello. Però in un certo senso non avere i tifosi attorno mi renderà meno doloroso il distacco”.

Che cosa ha provocato lo scollamento tra lei e la Ferrari?

“Non ho mai avuto un “pacchetto” per vincere il mondiale. E ad un certo punto ho cominciato a sospettare che non mi confermassero, anche se col mio lavoro ho sempre spinto il team nella giusta direzione. Qualcosa alla fine non è andato ma resto un grande tifoso della Ferrari, sognavo da ragazzo di correre con la Ferrari. Però ora penso a un nuovo capitolo della mia carriera”.

Dove? Ha contatti?

“Se andrò avanti lo farò per raggiungere qualcosa, al momento non ho notizie né nulla da dire”.

Che cosa le mancherà di più della Ferrari, dell’Italia?

“La gente con cui ho lavorato in questi anni”.

Il suo più bel ricordo col Cavallino?

“Vorrei pensare che fosse la prossima gara. Il top è stato la vittoria in Malesia, la prima con la Ferrari nel 2015. Mi viene in mente il party che ci fu alla sera. Non ho rimpianti: con la Ferrari ho vissuto sempre momenti belli. Avrei voluto lasciare di più ma non sono un nostalgico e quindi penso al futuro”.

Invidia Leclerc?

“Charles è bravo e merita credito. Il futuro mostrerà il suo posizionamento. E’ uno dei piloti più veloci e talentuosi”.

Spread the love

Comment here