NEWS

L’ARCA DI NOE’

All’indomani del week-end più nero della storia della Ferrari, sui giornali non mancano critiche. Ecco come il Corriere della Sera affronta i temi del GP del Belgio: “Sono due, crediamo, gli elementi da considerare. Primo: la Ferrari ha deciso di destinare i due soli gettoni tecnici disponibili da qui alla fine del 2021, a interventi sulla vettura del prossimo anno. La scelta è razionale e forse più redditizia, ma richiede prezzi altissimi in termini di risultati e serenità. Secondo: il gruppo di progettisti di Maranello va rinforzato e in questa direzione è pensabile si stia muovendo Binotto, anche pensando alla vettura del 2022, una sorta di Arca di Noè sulla quale ogni speranza rossa è già imbarcata. Il mercato non offre star conclamate e comunque i tempi di ingaggio di un nuovo “cervello” sono tutt’altro che brevi, ammesso che l’innesto funzioni. Alla Ferrari non è consentito correre in castigo. Tra il quarto e l’ultimo posto ballano pochi decimi. Sono quelli che, in questo momento gramo contano di più. Vanno ricercati, conservati e protetti al pari del tesoro di San Gennaro”.

Spread the love

Comment here