PAGELLE

GP SPAGNA, LE PAGELLE: HAMILTON IMPRENDIBILE, FERRARI DISASTROSA

Si è da poco concluso il Gran Premio di Spagna che ha ancora una volta incoronato Lewis Hamilton. Gara senza storia quella andata in scena a Barcellona: troppo ampio il divario tra la sua Mercedes e le altre monoposto. Andiamo a vedere nel dettaglio i voti ai protagonisti della giornata.

Hamilton: voto 8. Solido, cattivo, deciso. Il pilota britannico non sbaglia un colpo. E’ talmente veloce da fa mandare in depressione persino un inguaribile ottimista come Max Verstappen. Quarta vittoria di fila a Barcellona per il sei volte iridato che chiarisce ancora una volta un concetto semplice: per il 2020 il titolo mondiale non è in palio.

Verstappen: voto 6,5. Supera Bottas in partenza, poi prova ad insidiare Hamilton ma senza esito positivo. La Mercedes va troppo forte e ne prende atto con lucidità e maturità. Il fenomeno è cresciuto anche sotto questo punto di vista.

Bottas: 5. Dorme in partenza e poi si ricorda a giochi fatti che è in gara. Irritante.

Ferrari: voto 3. Volendo tralasciare quello scempio che risponde al nome di SF1000, oggi si registra un’altra debacle a livello di strategia. Non ne azzeccano una nemmeno per sbaglio. “Strepitoso”, a seguito del problema elettrico al giro 38 di Leclerc, il team radio dove comunicano al pilota di non aver ravvisato danni.

Leclerc: voto 5. Ci prova nonostante non sia aiutato né dalla monoposto né dal team. Andrebbe supportato e sostenuto diversamente, ma quest’anno bisogna accontentarsi.

Vettel: voto 8. Parte dalla sesta fila, ma giro dopo giro confeziona un piccolo capolavoro. Ovviamente proporzionato a quello che la SF1000 può consentire. Il quattro volte campione del mondo si prende una rivincita nei confronti del team e dei suoi detrattori. Chapeau!

Racing Point: voto 7. Al di là delle polemiche, il team di Stroll sta facendo un grande lavoro. Certo, non sarà tutta farina del loro sacco, ma in pista Perez e Stroll sono davvero competitivi.

Sainz: voto 6,5. Buona giornata per il pilota spagnolo. Non poteva francamente fare di più: gara ordinata, nella norma e senza sbavature.

Albon: voto 7. Il suo team decide di usarlo come cavia per provare il rendimento delle gomme bianche. Risultato? Gara rovinata per lui. Nonostante ciò il pilota thailandese non emette un suono e inizia la sua personalissima rimonta. Bravo.

Spread the love

Comment here