NEWS

LO SPECIAL ONE HA CONFEZIONATO UN ALTRO CAPOLAVORO

L’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport si focalizza sulla gara spettacolare di Max Verstappen, vincitore del GP del 70° anniversario della F1: “Lo Special One ha colpito ancora. E il bersaglio stavolta è grosso. Battere le Mercedes nel tempio di Silverstone, in occasione del gran premio che celebra i 70 anni della F1, è un’impresa da ricordare. Max Verstappen l’ha firmata alla sua maniera. Confezionando un altro capolavoro, il nono della carriera, perché le vittorie dell’olandese volante sono tutte gemme rare, miracoli di bravura e talento, prodezze al limite dell’impossibile. Era minorenne, quando è arrivato nel regno di Hamilton, Alonso e Vettel, ma fin dal primo momento ha lasciato il segno, come tutti i predestinati, sovvertendo le gerarchie al punto da diventare il più giovane vincitore di una gara, ad appena 18 anni. Poi è andato avanti, a suon di sorpassi spettacolari e prestazioni da urlo, riuscendo ad affermarsi in modo definitivo. E in questa stagione, la sesta nei GP, il pilota della Red Bull-Honda è l’unico vero antagonista di Lewis Hamilton. La tempesta perfetta si è compiuta grazie a un Max Verstappen che ha colpito al cuore il gigante anglo-tedesco, diventato d’argilla sotto il sole di Silverstone, dove le gomme sono andate in ebollizione sulle vetture di Hamilton e Bottas mandando in crisi entrambi i piloti. La grande forza della W11, che ha un’aderenza in curva mostruosa, in questo caso si è rivelato un punto debole, sforzando le coperture”.

Spread the love

Comment here